29 aprile 2016

PLUMCAKE SOFFICE AL LIMONE: LEMON LOAF!



che io ami da morire il profumo, il sapore, il colore, il succo e pure la pianta del limone, è risaputo, che tutte le preparazioni che lo vedono protagonista (dalla limonata, agli spaghetti, alla crema pasticcera) mi piacciono da morire, anche, quindi è inutile che vi stia a dire che questo plumcake è una bomba!

non sono un'assidua frequentatrice di Starbucks, (non bevendo latte il loro celebre frappuccino in tutte le sue varianti non ha alcuna presa su di me), ma ci sono due cose nel loro menù che mi hanno sempre fatto impazzire e che ho sempre consumato con enorme soddisfazione: lo shaken iced tea lemonade e le loro enormi fette di lemon loaf, una specie di mega plumcake super burroso e super limonoso ricoperto di glassa bianca anch'essa al limone.... una droga.
fortunatamente per me, in Italia Starbucks non è ancora arrivato, e nei nostri bar i dolci e le tortine al limone non sono poi così comuni, quindi mi basta tornare in patria per disintossicarmi subito dal mio adorato e burrosissimo lemon loaf, ma da ieri pomeriggio la mia vita ha subito una svolta: un plumcake super soffice e super cremoso, un loaf insomma, ma senza uova, burro e latte! 
credetemi, ho faticato a non mangiarmelo tutto in una volta servendomi di questo alibi..... massí, un'altra fettina eddai!

L'altra cosa positiva è che per prepararlo non vi servirà una dispensa degna di Masterchef, sono sicura che molti di voi come me, hanno già in casa tutti gli ingredienti, scommettiamo?


Ingredienti per uno stampo da 20cm X 10cm circa

200 ml di latte di mandorla zuccherato
100 gr di amido di riso
50 gr di farina di mandorle
50 gr di farina 00
150 gr di zucchero di canna
75 gr di olio d'oliva (non extra vergine, piuttosto di arachidi/mais)
2 cucchiaini di lievito per dolci
2 cucchiai di aceto di mele non pastorizzato
la scorza di 2 limoni biologici
il succo di 1 limone

per la glassa:
30/50 gr di zucchero a velo vanigliato
il succo e le zeste di un limone biologico 


vi servono pochissime cose: una ciotola, un bicchiere, un frustino e un leccapentola; accendete il forno a 180 gradi ventilato e rivestite di carta forno il vostro stampo dopo averla bagnata e strizzata per farla meglio aderire.

versate il latte di mandorla nel bicchiere e aggiungete l'aceto, non caglierà in maniera evidente come quello di soia, ma comunque si creeranno i grumolini che ci servono, lasciate qualche minuto da parte.

grattugiate nella ciotola la scorza dei limoni dopo averli lavati ed asciugati, aggiungete il succo di uno, l'olio e lo zucchero; mescolate bene con il frustino in modo che lo zucchero cominci a sciogliersi e poi aggiungete anche il latte di mandorla.
a questo punto unite ai liquidi anche le farine e il lievito, mescolate bene e poi versate tutto nello stampo.

infornate a 180 gradi per 30/35 minuti, infilando uno stecco deve uscire umido ma non con l'impasto attaccato; fate raffreddare 10 minuti nel forno spento e aperto e poi sfornate.

in un pentolino mettete 30 gr circa di zucchero a velo, un cucchiaio di acqua, le zeste di limone ricavate con l'aiuto di un rigalimoni o di una grattugia, e il suo succo.
fate sciogliere bene a fiamma bassa e poi assaggiate per adattarlo al vostro gusto: troppo aspro? aggiungete altro zucchero; troppo dolce? aggiungete altro succo di limone.

infine, con l'aiuto di uno spiedino di legno, bucherellate in profondità il plumcake in più punti e poi versate lo sciroppo/glassa su tutta la superficie mentre è ancora caldo, questo farà sí che penetri all'interno rendendolo ancor più umido e cremoso.


6 commenti:

dimmi la tua!

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails