31 gennaio 2015

ZUPPA DI CALAMARI, PATATE E PISELLI: COMFORT FOOD



Ci siamo: dopo una luuuuuuunga settimana passata circondata da fazzoletti, degustando a grandi sorsate sciroppo per la tosse come fosse la migliore annata di Chardonney, e dove la suadente boccetta rosso scuro di Hypnotic Poison é stata platealmente rimpiazzata dall'etichetta verde del Vicks Vaporub, eccomi riemergere dalla clausura forzata dell'influenza!
Basta brodini, basta risi in bianco, basta patate lesse, basta pane tostato e basta spremute d'arancia, anche se…. se proprio devo essere onesta…. io AMO brodini e zuppette!

Quindi se anche voi state cercando, (o avete bisogno), di una bella ciotola di zuppetta bollente, leggera ma molto saporita, ma soprattutto super veloce da preparare, eccola quá: i calamari e i piselli per quanto mi riguarda sono sempre in freezer, le patate e un cipollotto in dispensa non mancano mai, e se siete super affamati potete aggiungere pure un nido di tagliolini all'uovo o una tazzina di riso, così diventerà un pasto completo a tutti gli effetti.

In questi giorni sprofondata tra cuscini, copertina e divano, sbucciando mandarini e bevendo limonate, mi hanno tenuta compagnia telecomando e televisione, quindi ho approfittato per rimettermi in pari con un po’ di film: sono partita per Miami e ho cucinato cubano su un food truck con i protagonisti di Chef: la ricetta perfetta, non sono rimasta molto colpita da The hunger games ma voglio comunque vedere la seconda parte, mi sono goduta Michael Douglas e Diane Keaton in una commedia leggera intitolata Mai cosí vicini, ho avuto l’ennesima prova che il cinema italiano é più che patetico con Un fidanzato per mia moglie, ho guardato un altro di quei filmetti leggeri dove peró nel cast ti ritrovi a sorpresa un attempato Indiana Jones e la Keaton (sí, ancora, lo so: la adoro!) in Il buongiorno del mattino, ho visto il velocissimo finale di White Collar (Caffrey……!!!), e sono rimasta sconvolta dal fatto che Italia 1 dopo non so quanti anni é finalmente riuscita ad acquistare una serie come si deve: Chicago Fire (tanto per cambiare quando si tratta di vigili dei fuoco siamo a Chicago… quella famosa mucca che rovesció la lampada ha davvero segnato il destino di questa città!), ma la numero uno delle mie giornate chi era??? Vi do un indizio: ha un nonno centenario, corre a piedi nudi su per le montagne, ha un amichetto non proprio sveglissimo ma che é il top, e le caprette le fanno ciao... AMO fare colazione con lei! Mon amour me li regali i 2 cofanetti con tutti gli episodi???
Insomma, una settimana intensa.

Ora peró non mi resta che tirare fuori dagli armadi sciarpe, cappelli e maglioni di super lana, perché tra poco il nevischio e il vento gelido di questi giorni della merla ci sembreranno solo una brezzolina primaverile a confronto di quello che ci aspetta a Stoccolma.... ma non vedo l’ora!! (e chiaramente sciroppo in borsa.)


Ingredienti per 2 persone:

10 calamari (anche surgelati, ma interi)
1 patata grande o 2 medie
2 tazze di piselli surgelati
1 scalogno
2 ciuffi di basilico
olio evo, sale, pepe


Pelate le patate, lavatele sotto l’acqua fredda e poi ricavatene dei cubetti tutti uguali da 1 cm circa; mettete dell’olio in una padella e fatele rosolare senza cuocerle del tutto, dovranno essere dorate ma ancora crude per metà. Scolatele e mettetele da parte in una ciotolina.

Nella stessa padella e nello stesso olio mettete ora i calamari che avete precedentemente pulito, (estraete l’ossicino trasparente verticale e staccate la testa con attenzione facendo in modo che si trascini dietro anche le interiora, dopo di che sciacquateli bene sotto l’acqua svuotandoli da eventuali residui, e poi tagliateli ad anelli larghi 1 o 2 cm), e cuocete a fiamma vivace per 1 o 2 minuti al massimo, pepate e mettete in  un’altra ciotola.

A questo punto valutate se serve aggiungere un goccio d’olio e poi tagliate a fettine lo scalogno che farete appassire lentamente sempre nella solita padella, quando sarà quasi trasparente alzate la fiamma ed aggiungete i piselli appena tolti dal freezer, mescolate bene e aggiungete subito dell’acqua bollente (io la preparo sempre in una teiera) fino a coprirli completamente ma senza esagerare, salate, profumate con il basilico e mettete il coperchio. Fate cuocere 15 minuti circa o finché saranno cotti avendo cura di aggiungere acqua calda qualora si asciugasse troppo, ricordate che si tratta di una zuppa, quindi deve rimanere un po' brodosa ma saporita.


Quando i piselli saranno cotti aggiungete i calamari e le patate, i primi dovranno praticamente solo scaldarsi e le seconde dovranno terminare la loro cottura in un paio di minuti; pepate a piacere e impiattate in una bella ciotola, versate un goccio d’olio a crudo, aggiungete eventuale basilico a piacere e gustatevela guardando un bel film!

Nessun commento:

Posta un commento

che ne pensi?

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails