26 maggio 2013

TORTA DI CAROTE E MANDORLE



Buon giorno e buona domenica!
Questa qui sopra è la torta di carote più buona del mondo, giuro!
Non troppo dolce, umida al suo interno anche dopo 3 giorni e con una glassa croccantina in cui affondare i denti, che ve ne pare??
E’ il risultato del riadattamento di più ricette diverse con qualche aggiunta tutta mia (glassa di zucchero e mandorle al posto del formaggio cremoso, farine miste al posto della classica 00, più carote e meno zucchero, ecc…), la rifarò sicuramente anche perché ha superato la prova del nove: è piaciuta anche a mio papa’! (che lui invece di solito è uno solo da torte cioccolatose o cremose)

Tra l’altro è veloce e semplice anche da preparare, forse il lavoro più lungo sono le carote grattugiate, ma se userete il robot come ho fatto io non ci impiegherete più di 1 minuto ad avere mezzo chilo di carote a fiammifero!
Un altro segretuccio è quello di utilizzare una parte di farina di mandorle nell’impasto, questo aiuterà la torta a rimanere umida e soffice anche dopo qualche giorno; inizialmente volevo aggiungere anche il classico vasetto di yogurt che unisco sempre agli impasti, ma ho fatto bene a non farlo, non ce ne è stato assolutamente bisogno e il risultato finale rischiava di diventare forse troppo liquido..!

Anche la glassa è una mia variante, la versione originale americana vorrebbe come copertura una crema di formaggio cremoso ma, visto che a me non piace, ho optato per la glassa classica e pronta in 1 minuto, che potete aromatizzare e decorare come più vi piace

Tic Tac, Tic tac! Ormai manca ufficialmente meno di 1 mese al matrimonio!
Ormai è tutto pronto ma un milione di cosine sono ancora da sistemare, bisogna fare tutti i fiocchetti alle confezioni delle bomboniere, devo decorare la cornice per il photo booth, devo ancora fare le wedding wands e devo fare anche la cosa più spaventosa: la sistemazione dei posti a tavola!
E cosa mi manderà ancora più nel panico da ultimo minuto?? Ma un bel viaggio di lavoro di una settimana proprio 1 settimana prima del lieto evento naturalmente!
Mi sa che a 'sto giro sarò un po' troppo agitata anche per riuscire a godermi Sin City... l'unica cosa positiva? L'accesso ai supermercati americani, ho già pronta la lista della spesa: la brining bag per il tradizionale tacchino di novembre, ovviamente fiumi di sciroppo d'acero, la cranberry sauce e un sacco di altre cose, quindi... vediamo il lato positivo!

Pronti con ciotola e spatola?


Ingredienti:

150 gr di farina di mandorle
150 gr di farina 00
50 gr di farina integrale
1 cucchiaino e mezzo di lievito per dolci
500 gr di carote a fiammifero
250 gr di zucchero di canna
1 cucchiaino di bicarbonato
1 cucchiaino abbondante di cannella
1 pizzico di sale
4 uova
350 ml di olio di semi d'arachide

per la glassa:

100 gr di zucchero a velo
2 cucchiai di acqua fredda
1 cucchiaino scarso di succo di limone
1 manciata di nocciole e mandorle tritate grossolanamente


In un'insalatiera mettete le farine, il lievito, il bicarbonato, la cannella e il sale, poi mettete da parte.

Nella ciotola del KA, o del vostro robot, lavorate con la frusta le uova con lo zucchero per 5 minuti, devono diventare belle spumose; continuando a sbattere unite adesso a filo l'olio, poi spegnete e aggiungete le carote e il miscuglio di farine.

Continuate a lavorare con la frusta l'impasto finchè questo non è bello uniforme e ha incorporato tutta la farina.

Scaldate il forno a 180°, imburrate & infarinate una teglia, e versate l'impasto al suo interno.

Cuocete per 45 minuti circa ricordandovi, come sempre, di non aprire mai lo sportello se non dopo almeno i primi 25 minuti; fate la prova dello stecchino: deve uscire asciutto.
Spegnete il forno e lasciate la torta al suo interno per altri 15 minuti con lo sportello aperto, poi tiratela fuori e fate ben raffreddare.

Sformate la torta e mettetela in un piatto da portata, tritate grossolanamente (anche al mortaio o con l'aiuto di una bottiglia) le nocciole e le mandorle e mettete da parte; in una ciotola versate lo zucchero a velo e l'acqua, lavorate velocissimi con un frustino a mano finchè non ottenete una bella glassa liscia e lucida, aggiungete il limone che gli darà un profumino particolare e versatela immediatamente sulla torta aiutandovi a ricoprirla tutta con una spatola. Versate subitissimo la frutta secca sbriciolata e attendete che si indurisca leggermente.

Pronti a gustarla??

7 commenti:

  1. Capperina manca davvero pochino al lieto, lietissimo evento, per il quale ti mando una valanga di auguorni... andrà tutto benissimo. Gli amici/parenti saranno sazi, gli sposi allegri e belli e fiumi di risate zampilleranno su tutto e tutti! Ah dimenticavo grazie infinite per questa morbida e ammaliante torta glassata :) Già trascritta. Ovvio ;-)

    RispondiElimina
  2. letiiiii ma grazie!! sempre troooppo carina tu! :))
    fammi sapere se la fai e soprattutto se ti è piaciuta, un bacione!!

    RispondiElimina
  3. Ciao, volevo invitarti al nostro nuovo contest:

    http://orodorienthe.blogspot.it/2013/05/spazio-alle-spezie-bbq-il-nuovo-contest.html

    RispondiElimina
  4. Quella glassa le dà proprio un tocco in più...buonissima!!

    RispondiElimina
  5. che bontà!! Un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  6. Sto per mettermi al lavoro.... speriamo bene!! Complimenti per la ricetta! :)
    Cecilia

    RispondiElimina

che ne pensi?

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails