28 marzo 2013

CAKE DI FARINA INTEGRALE, MELE E CANNELLA



"The Following" e' la nostra nuova droga.
Un Kevin Bacon da urlo, uno psicopatico con centinaia di seguaci e gli orrori di Edgar Allan Poe: il tutto sapientemente mescolato in un telefilm dal ritmo incalzante che non ha nulla da invidiare ad un thriller da cinema…

E cosa fanno loro come al solito?? Una misera e striminzita puntatina da 50 minuti a settimana!! Esigo un gruppo di sostegno tipo alcolisti anonimi per superare i successivi 7 giorni!

Se avessimo scoperto questa serie con qualche mese di ritardo probabilmente l’avremmo vista tutta per intero in un’unica giornata….
Kevin Williamson sta per diventare il mio nuovo JJ Abrams…..!

A parte questo che dire? Ah sì: Habemus Tableau!

Ovvero il pannello per la disposizione degli ospiti ai tavoli del matrimonio che mi stava ormai mandando in depressione perché non lo trovavo come dicevo io…. non vi posso chiaramente svelare nulla perché gli invitati ci ascoltano, ma sappiate che sarò molto felice di farvelo vedere a cose fatte, sta venendo davvero benissimo e più personalizzato di così non sarebbe possibile, vedrete!!

Intanto ho perso definitivamente il controllo dello sgabuzzino, in quanto scarpe, detersivi ed elettrodomestici vari, devono ormai essere confinati in un angoletto per far posto a tutti gli accessori e props che sto comprando e preparando per il matrimonio!

Qui se dopo tutte queste spese, programmi vari e tanto lavoro manuale, non ne viene fuori un matrimonio alla Enzo Miccio è meglio che mi sparo!

Come mi suggeriva una collega ieri, potrei addirittura pensare di organizzare un mercatino post-matrimonio di wedding-props! Tra l’altro mancano ancora le 2 incursioni più pericolose, quelle al Leroy Merlin e all’IKEA, dove si prevedono esborsi di Euro a pioggia…..povero portafoglietto mio!Ormai ho fatto arrivare roba da tutte le parti d’Italia, dal UK, da New York e dagli States in genere, qualcosa ho anche comprato a Valencia… insomma diciamo che non solo gli invitati arriveranno un po’ da tutto il mondo, ma anche parte degli allestimenti e accessori!

Ma parliamo un po’ di questo cake buonissimo: l’ho preparato come dolcetto finale per la cena di domenica scorsa con gli amichetti grafici, come antipasto ho preparato un pan focaccia al rosmarino anch’esso integrale (che vedrete tra poco sempre su questi schermi), accompagnato da zucchine alla mentuccia gratinate al forno, chorizo spagnolo, spicchi di formaggio Brigante e polpettine di vitello al forno con il cipollotto; come primo piatto ho fatto dei cocci monoporzione di crespelle ricotta e spinaci al forno che son venute cremosissime, e poi per finire un bel caffè accompagnato da questo cake soffice e profumato, reso ancor più goloso dalle mele che rimangono sempre il mio ingrediente preferito quando parliamo di torte!

Essendo stato il mio primo esperimento con la farina integrale, avevo paura che usando solo quella mi sarebbe venuto un po’ “gnucchetto”, quindi ho deciso di tenere anche un po’ della farina bianca: alla fine è venuto davvero morbido e saporito, anche il giorno dopo era ancora molto buono, quindi next time provo a farlo tutto integrale e a diminuire di 50 gr anche lo zucchero, vi farò sapere…

E’ chiaramente perfetto per colazione, (chiedete a chi si è portato via la schiscetta), ma anche per il the del pomeriggio o come dopo cena con il caffè se non volete un dessert troppo ricco che magari per una domenica sera appesantisce un po’ troppo..


Lo provate e poi mi fate sapere? Bravissimi!

 

Ingredienti:
150 gr di zucchero di canna
1 cucchiaino di pasta di vaniglia o essenza di vaniglia
3 uova
2 mele
200 gr di farina integrale
100 gr di farina 00
1 bustina di lievito
cannella a piacere (io una montagna)
170 gr di yogurt FAGE magro alla vaniglia
50 gr olio di semi di arachide
il succo di mezzo limone

 


Partiamo con le mele: pelatele entrambe e poi tagliate la prima a fette sottili e la seconda a pezzettini; vi serviranno una per il ripieno e una per la decorazione. Irroratele con il succo di limone perché non anneriscano e mettete da parte.

Montate ora le uova con lo zucchero con l’aiuto del KA o di un frullino finchè queste non diventano belle chiare e spumose, io le ho lasciate montare per quasi 10 minuti a media velocità. A questo punto aggiungete la vaniglia (non la vanillina!!!), lo yogurt e l’olio, mescolate bene sempre con la frusta e mettete da parte.

In una ciotola mescolate le 2 farine, il lievito e la cannella; aggiungetele poco alla volta all’impasto liquido e mescolate bene per evitare i grumi sempre con la frusta elettrica. Dovrete ottenere un impasto denso e liscio dal profumo e sapore irresistibile….. (lo so che non si assaggia crudo, ma come si fa a resistere???)

Aggiungete all’impasto le mele a pezzetti e mescolate con una spatola con cura.

Con l’aiuto di un pennello (o delle dita) ungete bene uno stampo da plumcake con un po’ d’olio sempre d’arachide, buttategli dentro un pugno di farina e sbattetelo da tutti i lati finchè l’interno del tegame non risulterà ben foderato, eliminate quella in eccesso.

Preriscaldate il forno a 180°, versate l’impasto nel tegame e decorate la sua superficie con le fettine di mela tutte in fila, spolverizzate a piacere con un pizzico di zucchero di canna che darà a fine cottura un buon profumino caramellato e infornate per circa 30 minuti controllando con uno stecchino o un coltello solo dopo i primi 20, non aprite prima lo sportello!

Lasciate intiepidire nel forno con lo sportello aperto, sformatelo e spolverizzate a piacere (ma è facoltativo) con un po’di zucchero a velo, preparate la vostra bevanda calda preferita e gustatevi la vostra creazione!

4 commenti:

  1. Sembra proprio buona.
    Un abbraccio e buona giornata

    RispondiElimina
  2. @manu: lo è, lo è! :) un abbraccio a te!

    RispondiElimina
  3. Dove leggo integrale mi fiondo e...non sbaglio; questa la provo senza dubbio, le tue dose son diverse da quelle che seguo io. Un saluto
    simo

    RispondiElimina
  4. Mi piacciono i dolci con le mele, mi piacciono i dolci rustici/itegrali, mi piace la cannalla...ergo appunto nel quadernino preziosissimo e provo appena posso. Da quanto e' il tuo stampo? le quantita' ad occhio mi sembrano un po' troppo abbondanti per il mio

    RispondiElimina

che ne pensi?

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails