27 gennaio 2013

LA MIA ZUPPETTA DI PESCE


No ma.. l'avete visto Crozza che imita Bastianich su YouTube??
Fa spaccare, e' troppo il mio mito!

Anche quest'anno seguo felice e contenta la seconda stagione di Masterchef e per il giovedì sera non prendo impegni, l'unico appuntamento fisso e' con il telecomando e il mio divano, e da li' mi godo gli eccessi di giudici e concorrenti, tra chi canta canzoni su leprotti e more e chi infila cernie intere nel forno, mentre un dubbio da 2 anni continua ad assillarmi: ma che cavolo e' l'oliocottura?? 
Cibi cotti ammollo nell'olio caldo (ma nemmeno poi tanto)?? Mah..! Mistero!

Comunque, come dice la cara Babs, e' vero che nonostante tutta la food mania che impazza in Italia da qualche anno, ancora non esiste un programma italiano a tema cibo che sia davvero piacevole da guardare: la Parodi cucinando con i prodotti pronti e le sottilette in libreria e' meglio di Ken Follett, la Clerici era simpatica 10 (o forse 15?) anni fa quando con umiltà ammetteva di non saper cuocere 2 uova fritte mentre oggi si considera il Messia dei programmi di cucina, Csaba e' talmente compiaciuta di se stessa che mi indispone, la Ravaioli mi fa dormire, Cuochi e Fiamme dopo la prima stagione mi ha stufata, Borghese anche basta, (e' piu fastidioso del prezzemolo nelle polpette), l'unico programma che mi faceva ridere davvero non lo fanno piu' (la premiata coppia Sebastiano & Nicola di Fuori Menu!), a questo punto richiamiamo la Wilma e torniamo a pranzo da lei che è meglio!

E quindi ben vengano superstar come Jamie, Nigella, Lorraine, Poh e compagnia bella! Che almeno i loro programmi son belli, divertenti, con un'atmosfera che è ben lontana da quella delle sciure in studio che applaudono estasiate la Parodi che cucina barcollando sui tacchi! 
E poco importa se usano troppo aglio, se usano 22 spezie quando ne basterebbero 5 e se nei loro dolci ci son così tante calorie da poter sopravvivere in tempo di guerra per un mese con una sola fetta! Almeno ti fan venire sia voglia di cucinare che di mangiare!

A parte questo che dire? Mi godo l'inverno, faccio decine di liste per non scordarmi nulla nell'organizzazione del matrimonio, e cerco di star dietro anche al blog, anche se ultimamente e' davvero difficile.
Questa zuppetta e' stata il mio pranzo un paio di sabati fa di ritorno dalla spesa, e' velocissima da preparare, il suo brodo bollente dopo aver passato la mattinata al mercato e' quanto di più buono si possa desiderare e il pesce e' il più goloso di tutto il banco: gamberi, canocchie e vongole veraci!
Fin da piccola ho sempre amato la zuppetta di pesce, mia mamma nel brodo ci metteva anche gli spaghetti spezzati e tanto pepe, che buoooooona!

Ci volete provare anche voi? Cominciate ad apparecchiare perché in 20 minuti al massimo si va in tavola!


Ingredienti x 2 persone

2 manciate abbondanti di canocchie 
2 manciate di gamberi
500 gr di vongole veraci
2 manciate di pomodorini rossi
1 spicchio d'aglio
olio, sale, pepe


Come prima cosa sciacquate le vongole e poi mettetela in un'insalatiera coperte da acqua con 2 cucchiai colmi di sale fino.

Mettete sul fuoco un tegame a bordi alti con un po' d'olio a scaldare, nel frattempo lavate i pomodorini e tagliateli a metà, quando l'olio e' caldo buttateli nella pentola e alzate la fiamma, devono sfriggere non cuocere lentamente!

Sciacquate ora le canocchie e con una forbice tagliatene i bordi esterni in modo che, una volta cotte, saranno più facili da pulire.
Eliminate testa, coda e carapace dai gamberi e pure il filo nero, sciacquate e mettete da parte.

Quando i pomodori sono belli dorati e l'olio ha preso quel bel colore rosso, aggiungete un po' di sale e almeno 4/5 tazze di acqua bollente; quando l'acqua riprende il bollore aggiungete le canocchie e coprite con un coperchio abbassando la fiamma.

In un tegame a bordi bassi mettete un po' d'olio e uno spicchio d'aglio e fate dorare dolcemente, nel frattempo sciacquate bene le vongole e controllatele una ad una per scartare quelle rotte o aperte; buttatele nel tegame, alzate la fiamma e cuocete finché non sono tutte aperte.

Dopo nemmeno dieci minuti di cottura delle canocchie aggiungete anche i gamberi e fate cuocere per un paio di minuti, poi assaggiate il brodo e se necessario sistemate di sale.

Spegnete il fuoco, aggiungete pepe a piacere, unite le vongole alla zuppetta e servite ben bollente!

Io di solito bevo prima il brodo a cucchiaio (con o senza pasta) e poi dopo mangio il pesce, ma se volete potete anche far abbrustolire una fetta di pane e posizionarla sul fondo del piatto, irrorate con il brodo e il pesce, aggiungete ancora un filo d'olio e gustate!

5 commenti:

  1. Spettacolare questa zuppetta, oggi ho già visto anche un altra ricettina di pesce che meritano veramente e quindi mi segno anche la tua...buona domenica :-)

    RispondiElimina
  2. una zuppetta davvero invitante, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  3. adoravo la zuppetta col pane brustolito quando mangiavo pesce!

    RispondiElimina

che ne pensi?

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails