10 settembre 2012

ARGENTINA 1 - LE CASCATE DI IGUAZU

Arriviamo ad Iguazu stravolti, le tempistiche di viaggio tanto bene organizzate prima della partenza che dovevano comprendere anche un po' di relax al termine del viaggio, sono andate a farsi benedire non appena siamo atterrati a Buenos Aires: volo puntualissimo, niente da dire, ma vista la coincidenza di appena 2 ore che ci separava dal volo per Iguazu' ci scapicolliamo subito al ritiro bagagli, (saltando una fila di forse 500 persone al controllo passaporti), corriamo al nastro pronti ad acchiappare al volo le valigie e a correre di nuovo al check in e....... e qui tutto si ferma.

Due ore, (e dico due ore), di orologio per scaricare le valigie dall'aereo con il risultato di aver perso il volo nonostante ci risuonino ancora nelle orecchie le parole di tutti gli addetti di Aereolinas che ci dicono "tranquilaaaa no te stressa! el vuelo te espera.... "
Mi espera un corno! Quindi vai di riprotezione, salta sul pullman che ti porta al secondo aeroporto della citta' da dove partiva il primo volo disponibile e..... traffico bloccato dalla maratona nel centro di Buenos Aires!!
E l'autista cosa fa? Accosta al marciapiede e.... aspetta...

Ue' ciccio, va che te non hai capito, guarda che questo non e' mica il pullman per l'outlet, eh?? Qui abbiamo tutti un'aereo da prendere quindi vedi di trovare un percorso alternativo!
Alla fine da che dovevamo arrivare in largo anticipo prendiamo l'aereo letteralmente al volo...

Pero' una volta arrivati ad Iguazu', una volta entrati nel parco per esplorare il versante brasiliano e una volta al centro del boato assordante dell'acqua che ti schizza occhiali e vestiti tutto si dimentica e tutto perde di importanza.... questa e' la natura, questa e' la pura magia.

Ed e' inutile che sto qua a raccontarvelo, posso provare a farvelo immaginare con qualche foto, ma credetemi non e' la stessa cosa... quindi prendete una scatola da scarpe, di biscotti o una cappelliera e cominciate a metterci dentro i vostri risparmi per comprarvi questo viaggio, perche' noi siam qui da 2 giorni e siamo gia' letteralmente senza parole e gia'' completamente stregati da questo paese chiamato Sudamerica che ti fa arrabbiare e ti sa ammaliare alla stessa identica maniera!

Per cena ci sbaffiamo la nostra prima bisteccona argentina.... bhe' lo sappiamo tutti per sentito dire quanto sia buona e gustosa, no?
Si ma quando la mangi e' tutta un'altra storia.... avete presente in Ratatouille quando il topolino assaggia i vari ingredienti e nella sua bocca scoccano le scintille? Ecco qui uguale, ogni volta che mangiavi un boccone erano fuochi d'artificio per le papille gustative!!
Qui quando torniamo ci viene altro che la gotta....

Oggi invece abbiamo fatto il full day del versante argentino, e se ieri eravamo sconvolti dalla maestosita' di quanto gia visto, oggi niente poteva prepararci all'emozione di trovarci sopra la Garganta del Diablo.... il centro di tutto... la cascata piu' potente e imponente mai vista, un vero mostro della natura, e tu davanti a quella balaustra sei cosi' piccolo e impotente.... un'emozione grandissima!

Per pranzo ci siamo mangiati le nostre prime empanadas (buoneee) e nel pomeriggio via col gommone che ti porta fin sotto, (e quando dico sotto intendo sotto, si proprio li' dove scendono quintali d'acqua ad una velocita' pazzesca!), e dalla quale esci completamente inzuppato d'acqua, coi pesci nelle scarpe e la biancheria intima grondante.... ma che rrrridere!! Troppo divertente, non si puo' perdere!
Dopo pero' sono d'obbligo doccia bollente e tachipirina....

Vi lascio qualche scatto, domani si parte per Buenos Aires dove ci aspettano zii, parenti e cugini, alcuni conosciuti ma la maggior parte nuove conoscenze, non vedo l'ora e non oso immaginare cos'hanno organizzato per il nostro arrivo!
Vi tengo aggiornati, per il momento hasta luego chicos!

7 commenti:

  1. che spettacolo! che meraviglia! che bel viaggio!

    RispondiElimina
  2. Uno splendido viaggio!
    Uno scenario naturale fenomenale.
    Buona settimana

    RispondiElimina
  3. senza parole...che emozione che dev'essere!!!!non vedo l'ora di vedere le prossime tappe :)
    bacio

    RispondiElimina
  4. @giulia: si, si siiiii!!

    @rò: non ci sono abbastanza aggettivi per descriverlo!

    @silvia: la garganta del diablo è qualcosa di indescrivibile...!

    RispondiElimina
  5. Mi ci perderò in questi post, già lo so! Quindi domani e' venerdì, mi incollo al divano e leggo tutto fermandomi a piangere davanti alle foto!
    Si e' decisamente un viaggio che devo fare, che un giorno faro', non so come e non so con chi perché reclutare qualcuno tra ferie che non si accordano e mole del viaggio sarà un' impresa ma davvero ci vado!
    Ti chiederò senza dubbio consigli e info... Preparatiiii intanto per i miei primi 35 anni mi regalo a luglio l'Islanda che sogno fin dalle calende greche!

    RispondiElimina
  6. Mi ci perderò in questi post, già lo so! Quindi domani e' venerdì, mi incollo al divano e leggo tutto fermandomi a piangere davanti alle foto!
    Si e' decisamente un viaggio che devo fare, che un giorno faro', non so come e non so con chi perché reclutare qualcuno tra ferie che non si accordano e mole del viaggio sarà un' impresa ma davvero ci vado!
    Ti chiederò senza dubbio consigli e info... Preparatiiii intanto per i miei primi 35 anni mi regalo a luglio l'Islanda che sogno fin dalle calende greche!

    RispondiElimina

dimmi la tua!

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails