24 novembre 2011

LA TORTA DI PATATE


Torta di patate, Gateau di patate, Spuma di patate.... chiamatela come vi pare, il risultato non cambia, si tratta sempre di uno dei miei piatti unici preferiti!

Veloce da preparare, perfetto se cotto in anticipo il giorno prima, low cost ma ad alto potere saziante, composto da pochi e semplici ingredienti che piacciono a tutti: patate, prosciutto e tanta, tanta mozzarella filante, cosa volete di più??

Oggi è giovedi 24 novembre e nei miei adorati States sono in corso i festeggiamenti per il Thanksgiving Day!
Intanto che continuo a struggermi perchè ancora non sono riuscita a trascorrere un giorno del Ringraziamento a New York godendomi la famosa parata di Macy's col naso all'insù sognando di essere la bambina di Miracle on 34th Street, quest'anno ho deciso di rimboccarmi le maniche, incrociare le dita e tentare l'impresa quasi titanica di cucinare un intero menù tipico per questa festa che per gli americans è sacra quanto il Natale!

Titanica non tanto per la difficoltà delle ricette (a parte il tacchino che mi sta facendo venire un po' di ansia), ma quanto per la difficoltà di reperire qualche ingrediente fondamentale e prezioso come le sweet potatoes con la famosa polpa arancione... mi stanno facendo diventare matta, pare che tutti tranne me le trovino senza nessuna difficoltà ad ogni angolo di Milano!!
Vabbè nel frattempo ho stipato in frigo le pannocchie, le carote viola e stasera sono iniziati i grandi preparativi per la bestia da arrostire in forno!

Son tornata dall'ufficio con quasi 8 kg di tacchino nello zaino, se fossi dovuta tornare a casa dalla stazione in bici probabilmente avrei fatto tutta la strada impennata su una ruota, comunque appena arrivata l'ho scartato e lavato bene, ho acchiappato la mitica e gigante brining bag acquistata appositamente a New York pochi giorni fa, e ho immerso la tacchinella in una bella e profumata marinata!
Ora se ne sta sigillata al freddo sul balcone e lì rimarrà fino a domenica mattina, il giorno in cui tutti i nodi verranno al pettine.....

A tavola il solito gruppo di locuste affamate che spero di non deludere e di sfamare con onore...
Comunque vi terrò aggiornati su Facebook, percui se volete seguirmi in questa avventura sapete dove cliccare! ;)

Vi lascio ora a questa ricetta che fin da piccola reclamavo a gran voce, a patto che mia mamma ci mettesse una quintalata di mozzarella!
Veramente la versione della mami non prevede il prosciutto con lo speck ma la salsiccia piccante calabrese, io tra le due versioni non saprei davvero quale decidere, quindi ve le consiglio tutte e due, a voi l'ardua sentenza!


Ingredienti x 6 persone:

1 kg di patate
1 uovo
1 fetta di prosciutto cotto alta 1 cm
1 fetta di speck alta 1 cm
300 gr circa di mozzarella per pizza
un po' di latte
pan grattato qb
1 cucchiaino di lievito in polvere per torte salate
sale, pepe, olio evo


Lavate molto bene le patate che devono essere più o meno tutte della stessa misura per garantire una cottura uniforme; mettetele in un tegame e copritele di acqua fredda, chiudete con un coperchio e fate cuocere a fiamma medio-bassa finchè con la forchetta non riuscirete a infilzarle completamente.
Scolate le patate e lasciatele raffreddare.

Tagliate il prosciutto, lo speck e la mozzarella a cubetti e mettete da parte.

Pelate le patate, tagliatele a metà e schiacciatele con uno schiacciapatate all'interno di un'insalatiera capiente; rompete l'uovo e versatecelo sopra, aggiungete sale, pepe e iniziate a mischiare il tutto con una forchetta amalgamando per bene l'impasto.
Aggiungete un po' di latte per ammorbidire il composto, diciamo 2 dita come quantità; versate il lievito, mescolate e aggiungete metà del prosciutto e metà della mozzarella.

Mescolate tutto molto bene, se necessario usate le mani, e quando questo avra' raggiunto una consistenza morbida ma compatta assaggiate per capire se va bene di sale e nel caso aggiustate il tiro; accendete il forno e preparate la teglia.

Spennellate il fondo di una teglia (io di ceramica) con un po' d'olio, versateci sopra un po' di pan grattato e spargetela battendo sul fondo come si fa di solito con la farina nel tegame della torta; versate metà del composto di patate, appiattitelo leggermente distribuendolo in maniera uniforme e aggiungete il prosciutto e la mozzarella rimasti; coprite con il resto delle patate, appiattite con una forchetta, spolverate con del pan grattato, un pizzico di sale, di pepe e un filo d'olio.

Infornate a 180° per circa 45 minuti, è più buona se mangiata il giorno dopo e ben calda.

9 commenti:

  1. Hai ragione, questa ricetta è un piatto unico squisito! Un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  2. Mai cucinata e vedendola così squisita me ne pento amaramente...

    Un bacione cara e buon week end

    RispondiElimina
  3. L'ho fatto proprio ieri per la prima volta sbirciando un po' di ricette in internet. Grande soddisfazione!
    Mi sono divertita a leggere il tuo post, in bocca al lupo per il tacchino!

    RispondiElimina
  4. Il gateau di patate è stata una delle prime ricette napoletane che ho realizzato. Ottima! Bacioni, Antonia

    RispondiElimina
  5. Buonissima ♥
    mi hai fatto venir voglia di prepararla ciao

    RispondiElimina
  6. @silvia: grazie! un abbraccio a te! :)

    @leti: fai ancora in tempo, eh? ;)) bacione e buon week-end a te!

    @spireat: grazie!! ma tu tieni le dita incrociate, eh?? :))

    @antonia: un bacione grande a te!!

    @stefi: corri a lessare le patate allora!! :P

    RispondiElimina
  7. Cara Ale, hai tutta la mia stima per l'impresa del tacchino. Se già il cosciotto di ha fatto alzare alle 5 del mattino, il tacchino ti farà passare un bel rave-party :-) In bocca al lupo (il gateau di patate l'ho appena preparato anche io).

    RispondiElimina

che ne pensi?

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails