6 maggio 2011

TORTA MIMOSA


Lo so che guardando queste foto non ci credereste mai che non sono proprio un'amante dei dolci, pero' ve lo giuro: non baratterei mai una pizzetta per un bignè!!
Ma per una fetta di questa torta potrei anche rifletterci un secondo....

Non avevo mai assaggiato nè tanto meno preparato una mimosa prima, anzi non mi ero mai cimentata con una torta di pandispagna, quindi per questo golosissimo risultato devo ringraziare ancora una volta la Vicenzi che tempo fa mi ha inondato casa con i suoi buonissimi prodotti, tra cui proprio un paio di confezioni di profumato pandispagna!

Qualcuna di voi starà già pensando.. pandispagna confezionato... sarà secco..! E invece no, la scritta sulla scatola che giura sofficità è proprio vera, hanno convinto anche una scettica come me!
Il risultato è stata una torta cremosa, fresca, delicata e soffice come quelle che si comprano in pasticceria... non l'avrei mai detto!

E' sicuramente una torta che piace a tutti, gli ingredienti sono pochi ma golosissimi (crema pasticcera & panna montata) e con l'aiuto di un pandispagna bello che pronto diventa anche un dolce velocissimo da preparare e molto scenografico da portare in tavola!
Io l'ho preparata per l'ultima cenetta con le amichette di qualche sera fa e ne sono rimaste tutte conquistate!

Per mantenere morbido il pan di spagna ho utilizzato una semplicissima bagna analcolica a base di succo d'arancia fresco, in questo modo va bene per tutti, bambini inclusi! (anche se io da piccola avrei barattato senza pensarci un attimo il mio orso in cambio di qualche prugna sotto grappa fatta da mia nonna! ;D)


Ingredienti:

1 confezione di pan di spagna Vicenzi (3 strati)
200 ml di panna fresca da montare
100 gr di zucchero
50 gr di farina
1/2 litro di latte
1 bacello di vaniglia
4 uova
1 arancia
zucchero a velo qb





Per prima cosa preparate la crema pasticcera: mettete il latte a scaldare sul fuoco a fiamma bassissima profumandolo con i semini di vaniglia, (che avrete estratto con un coltello praticando un'incisione verticale lungo tutto il baccello), e il baccello rimanente tagliato a metà. Nel frattempo pesate in una ciotola la farina e lo zucchero, e dopo di che aggiungete un uovo alla volta mescolando sempre con una frusta. Quando il composto sarà ben mescolato, denso ed omogeneo, versateci il latte caldo sopra mescolando velocissime sempre con il frustino per evitare che il calore "cuocia" le uova.
Rimettete tutto sul fuoco a fiamma bassa e mescolate ininterrottamente finchè la crema non sarà diventata bella gonfia e densa.
Spegnete e mettete da qualche parte a raffreddare.

Montate la panna: mettete in una ciotola la panna, azionate le fruste o il vostro robot a massima velocità (o quasi) e dopo qualche secondo aggiungete un cucchiaio di zucchero a velo vanigliato, quando la panna sarà bella gonfia e solida spegnete e mettete da parte.

Vi manca solo la bagna per il pandispagna: spremete in una ciotolina il succo di un'arancia, allungatelo con un po' d'acqua e addolcitelo con un cucchiaino di zucchero a velo, mescolate bene sciogliendo lo zucchero, assaggiate e se va bene mettete da parte.

Prendete ora un bel piatto da portata, sistemateci sopra il primo disco di pan di spagna e, con l'aiuto di un pennello, inzuppatelo quanto basta con la vostra bagna.
Spalmate sulla superficie uno strato di circa 5 mm di panna montata, deve essere bella uniforme; aggiungete ora un bello strato di crema pasticcera, 1 cm circa di spessore.
Aggiungete il secondo disco di pan di spagna e ripetete tutto: bagna + panna + crema.

Prendete ora il terzo disco di pan di spagna, con un coltello affilato eliminate la "pellicina" piu' scura, tagliatelo quindi a strisce larghe 6/7 mm e successivamente in cubetti della stessa misura (a me son venuti un po' più grandi).

Con l'aiuto di una spatola ricoprite tutta la torta con un velo di panna: fate attenzione a quando la sovrapponete alla crema e coprite completamente anche tutto il bordo laterale, la panna servirà a tenere attaccati i cubetti di pan di spagna che richiamano i fiori della mimosa.

A questo punto attaccate gentilmente i cubetti su tutta la torta versandoceli sopra a manciate e recuperando quelli che cadono, vedrete sembra un lavoro lungo e noioso ma in 1 minuto avrete finito.

Mettete la torta in frigo per almeno un paio d'ore e ricordatevi di tirarla fuori un po' prima di servirla!


8 commenti:

  1. Un dolce sogno leggero e morbido in cui mi ci tuffo a pesce e mordicchio i vari strati tornando in superficie. Sempre delizioso passare per di quà ;-)

    RispondiElimina
  2. ho sempre amato questo dolce..sempre!

    RispondiElimina
  3. Io prenderei sia pa pizzetta che il bigne ^__^
    e magari anche due fette di questa splendida torta.

    RispondiElimina
  4. Anch'io,come te,non baratterei una pizzetta per un bignè ma fare dolci è così divertente!!!!!
    Bella torta mimosa,complimenti.
    Ho aperto un blog da poco e se ti va di farmi visita mi farà molto piacere.
    Mi sono appena inserita tra i tuoi lettori fissi.

    RispondiElimina
  5. @fabiola: grazie! :)

    @gloria: ciao gloria!! :D

    @leti: acchiappa il piattino, c'è già la forchetta! :P

    @daisy: da quando l'ho assaggiato lo adoro anch'io!

    @ele: golosona! :D

    @mariabianca: piacere di conoscerti! passo a trovarti, ciao!

    RispondiElimina
  6. Anche io...o forse lunedì...ho tutto pronto...:D

    RispondiElimina

che ne pensi?

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails