14 febbraio 2011

I LOVE NEW YORK


Dedico il post di San Valentino alla città che più amo al mondo, l'unica capace ogni volta di farmi sentire a casa nonostante quella vera sia a migliaia di chilometri di distanza, e l'unica capace di emozionarmi sempre come se fosse la prima volta, l'unica a cui non so dire mai di no!
(Mon amour non se ne avrà a male... a lui e al suo appetito incontrollabile sono dedicate tutte le ricette del blog ;D)

New York per me è per tutta la vita, è un amore che dura da sempre e che nel tempo è solo cresciuto, in qualunque momento dell'anno mi si proponga una "capatina" non riesco mai a tirarmi indietro e infatti i timbri sul passaporto non si contano più! (Così come le ricevute della carta di credito purtroppo!)

E' per questo che da anni, ogni volta che qualcuno che conosco vuole partire per la Big Apple, vengo presa di mira per avere info e suggerimenti su cosa vedere, dove andare la sera, cosa mangiare, ecc... e quindi a furia di consigliare e scrivere itinerari ad hoc, nella mia casella di posta elettronica si è formata da sola una piccola guida frammentaria che ho finalmente deciso di mettere a disposizione di tutti, sperando che possa non solo essere d'aiuto, ma sopratutto che vi faccia finalmente decidere di partire per questa stupenda città!

Innanzitutto c'è da dire una cosa: New York non è l'America (e ve lo dice una che dell'America ha visto quasi tutto negli ultimi 10 anni)
New York è New York, New York è quello che noi italiani ci aspettiamo dall'America, New York è sopratutto quello che la televisione ci ha insegnato sull'America, quindi il primo impatto, non appena avrete superato il tunnel che dall'aeroporto vi porta a Manhattan, la sensazione sarà quella di esserci già stati, di conoscerla già e di essere dentro un bel deja vù!

Ricordo ancora con grande emozione la mia prima volta: ai tempi lavoravo in agenzia di viaggi, era il febbraio del 2002, faceva freddissimo e l'attacco alle torri gemelle era lontano solo 5 mesi...
Eppure quando io e la mia compagna di avventura siamo atterrate avvistando da lontano la Statua della Libertà e poi lo skyline dei grattacieli.... avevamo letteralmente il cuore in gola!
Anche i tristi corridoi dell'aeroporto ci sembravano stupendi e scintillanti, tutto aveva un che di magico.... dai tombini fumanti ai migliaia di taxi gialli che correvano senza sosta su e giù per le strade della città..

Come dicevamo era inverno, quindi alle 4 e mezza del pomeriggio era praticamente già notte e, non appena si è parato davanti a noi lo skyline illuminato, non abbiamo capito più niente, sembravamo 2 pazze da quanto eravamo elettrizzate!
In 3 giorni abbiamo fatto quello che le persone normali fanno forse in 4/5: abbiamo scorazzato per downtown, preso il traghetto per Staten Island, mangiato pietanze improponibili in ristoranti untissimi a Chinatown (dove siamo state travolte dai festeggiamenti del capodanno cinese), abbiamo vagato per il Village, passeggiato lungo la 5th Ave (con l'immancabile capatina da Tiffany, of course), ci siamo mezze congelate a Central Park, abbiamo girato su noi stesse con il naso per aria al centro di una Times Square deserta, abbiamo assistito ad una messa gospel stupenda ad Harlem, abbiamo rischiato la rapina sotto il ponte di Brooklyn, siamo rimaste abbagliate dalle luci dei teatri di Broadway, abbiamo "scalato" l'Empire State Building, abbiamo mangiato i primi pancakes della nostra vita e siamo rimaste incantate per ore davanti alla pista da ghiaccio illuminata di notte del Rockefeller Center...
E' stato frenetico, devastante ma bello ed emozionante come nessun altro viaggio prima di allora e quell'esperienza avrà sempre un posto speciale nel mio cuore!

Ai tempi la situazione di Ground Zero era ancora molto simile a quella di pochi mesi prima, con le ruspe che scavavano senza sosta e le pile di macerie dappertutto, con la chiesa di St. Paul traboccante di foto, giacche e caschi dei vigili del fuoco, candele, fiori ma più di tutto emozioni strazianti che non si riescono ancora a raccontare.. tutt'oggi ogni volta che entro in quella minuscola chiesetta mi viene la pelle d'oca, e quest'anno saranno già passati 10 anni, ci pensate?

In ogni caso la cosa che ci colpì di più non fu lo spettacolo dei grattacieli e delle luci, quanto il lato umano di questa megalopoli: difficile al giorno d'oggi dare per scontato che qualcuno ti fermi per strada per offrirti il suo aiuto solo perchè ti vede con una mappa della città in mano, quasi impossibile immaginare il calore umano delle nonnine di Harlem che con i loro cappellini piumati e i cappotti eleganti ti spiegano dove trovare un'autentica messa gospel senza finire in mezzo ai turisti.. senza prezzo vedere la gente che alle 8 di mattina senza nessun imbarazzo scende in strada dal suo appartamento in ciabatte e bigodini per andare a comprare ciambelle e caffè!

Quella che voglio proporvi è una mini guida amatoriale senza nessuna pretesa nè taglio editoriale, semplicemente un calderone dal quale potrete prendere spunti, chiedermi suggerimenti, raccontarmi le vostre esperienze più strane, ma sopratutto è un'occasione per scambiarci delle dritte (che non sono mai abbastanza!)

Vi rimando quindi alla prossima puntata con un itinerario lungo 7 giorni dove potrete combinare a vostro piacere le varie giornate, seguiranno poi i consigli per lo shopping, per il cibo e tutto quello che vorrete!

State prenotando il biglietto aereo, vero??

15 commenti:

  1. Magari! Per adesso è e rimarrà un sogno! Ma ti seguirò con grande piacere perché questa città piace molto anche a me e a mio marito che ci ha vissuto nelle vicinanze per anni! Baci e buon S.Valentino.

    RispondiElimina
  2. WE Love New York !!!se potessimo partire subito !!! :(
    Grazie per questo post ... un saluto dai viaggiatori golosi ...

    RispondiElimina
  3. Cappero cara, leggendo questo scintillante post mi sono emozionata.... mi hai letteralemnte conquistato...
    Sei davvero grande e ti ringrazio sentitamente ^_^

    Buon inizio settimana

    RispondiElimina
  4. io sono stata a NY nel lontano 1994 e leggendo il tuo post mi sono rivista in tante cose...anche io l'ho girata in 3 giorni...il ricordo più vivo che ho tutt'oggi è il calore delle persone sempre con il sorriso e sempre pronti ad aiutare una persona in difficoltà.ci tornerei anche subito...buoan settimana

    RispondiElimina
  5. @orni: come diceva cenerentola? i sogni son desideriiii!! :)

    @golosi: grazie a voi! :D

    @leti: ma grazie a te carissima! buona settimana e un bacione!

    @bassottina: devi assolutamente tornare! io che ci vado piu' o meno ogni 1/2 anni ogni volta la trovo stravolta, figurati tu dal '94! dai dai, partire! baci!

    RispondiElimina
  6. Scusate se ho ritardato mi stavo informando sul costo dei biglietti ^_* credo che piacerebbe anche a me NY adesso non mi rimane che convincere il marito a portarmi! Vi aspetto al Contest perBene ci conto eh...
    Sonia

    RispondiElimina
  7. ciao! leggo sempre il tuo blog oggi ancora di più... sono stata a ny la prima volta lo scorso maggio per 3 giorni e finalmente quest'anno a maggio riparto per una settimana ! wow .. non vedo l'ora ! aspetto la tua guida :) manu

    RispondiElimina
  8. magari!!
    ciao, grazie di esserti iscritta al mio candy...buona fortuna ;)

    RispondiElimina
  9. @sonia: bravissima convinci il marito! (oppure prenota di nascosto i biglietti ;D)

    @manu: non rimarrai delusa! ;)

    @puffin: grazie a te! ;)

    RispondiElimina
  10. anche ame piacerebbe tanto visitare ny
    forse un giorno ci andro' piccolo problemino
    non amo viaggiare con gli aerei
    ma superero' questa paura ( manifestata nel corso degli ultimi anni non so' il perchè)
    a piccoli passi
    in primavera vado a londra
    buona giornata katya

    RispondiElimina
  11. @katya: nono katya, questa paura non va bene! cerca di superarla presto perchè il mondo intero aspetta solo di esser visitato!
    buon viaggio a londra e che sia solo l'inizio! un bacione!

    RispondiElimina
  12. Wow! Mi ero persa questo post! Negli ultimi giorni sono stata travolta da troppe cose!
    Ebbene sì! Il biglietto aereo ce l'ho già, l'ho preso domenica e parto tra 3 settimane! Spero nel frattempo di leggere tutto quello che scriverai a riguardo e potrà essermi utile! Non vedo l'ora!!!!

    RispondiElimina
  13. e dopo questo post dove mi sono così ritrovata da emozionarmi....giuro ho la pelle d'oca!!! mi viene solo da dire: quando partiamo insieme per una capatina a NY? ;-)

    RispondiElimina

che ne pensi?

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails