26 gennaio 2011

IL PANE PIZZATO


Oh! Eccolo qua il piatto dell'ultimo minuto per eccellenza!
Mi ricordo che quando ero piccola capitava abbastanza spesso che mio papa' dovesse lavorare il sabato mattina e quindi la mia mami, dopo aver fatto la spesa al mercato, dal panettiere e dal casaro, improvvisava questo piatto per noi due che era una cosa a metà tra un pranzo e un picnic ed io proprio per questo ci andavo pazza!

Erano davvero un sacco di anni che non lo mangiavo, ma lunedi si è presentata l'occasione perfetta, dovevo spadellare tutto il giorno per la cena prevista per quella sera e quindi volevo prepararmi un pranzo veloce ma allo stesso tempo avevo voglia di qualcosa di gustoso.. così ho tirato fuori dal freezer un trancio di panfocaccia, l'ho diviso a metà, condito velocemente e lanciato nel forno! Vi assicuro che non solo è una delizia ma è capace di farmi tornare bambina!

Ma cosa stavamo dicendo? Ah si, la cena!
Finalmente lunedi sera abbiamo fatto il mitico warming party con alcune delle mie colleghe (quelle più fameliche, le famose locuste di cui vi ho già parlato QUI) per la mia casina nuova, quindi bisognava organizzare qualcosa che fosse all'altezza dell'occasione!
Complice una situazione treni penosa con ritardi accavallati e vetture a cui era possibile accedere senza l'aiuto degli omini giapponesi che ti spingono a forza per far chiudere le porte dei vagoni, mi sono ritrovata a casa per un'intera giornata davanti ai fornelli!
Mi sono quindi impegnata e alla fine sono riuscita a creare un menù molto apprezzato: polpo con patate e olive taggiasche, quiche di zucchine e focaccine miste home made come antipasto, poi ho fatto quasi un chilo di tagliatelle fresche (in mezz'ora!! la Spisni mi fa un baffo! :D) e le ho saltate in padella con salmone fresco a cubetti, gamberetti e ho decorato il tutto con una dadolata di zucchine rosolate precedentemente.
Una bella insalata mista, un fresco melone e poi una bella millefoglie con la crema pasticcera! Secondo voi è rimasto qualcosa? Nemmeno le briciole...


Ingredienti:

pane fresco/surgelato/vecchio di un paio di giorni
passata di pomodoro
mozzarella (io provola silana)
olio, sale, origano










Accendete il forno a 200°, tagliate a metà il pane, distribuite la passata a vostro piacere e condite con olio e sale; infornate per 4/5 minuti.
Trascorso questo tempo cospargete con abbondante mozzarella che avrete nel frattempo ridotto a cubetti e profumato con dell'origano; infornate finchè  questa si sarà sciolta e gustate bollente con un bel bicchierozzo di birra!


Con questa ricetta partecipo alla raccolta di Giulia!


6 commenti:

  1. E' delizioso quando mi trovo da sola lo faccio spesso con un bibita come i bimbi ;) ciao

    RispondiElimina
  2. Sai che ce lo faceva anche mia mamma quando era a corto di tempo/ voglia di cucinare? la pizza è sempre buona in tutte le versioni ^_^

    RispondiElimina
  3. Se ti dico che addirittura io lo faccio sulle fette biscottate !!! Cmq così è troppo buono. Scopro solo oggi il tuo blog e ho trovato tante idee carine. Brava ! A presto

    RispondiElimina
  4. @stefy: siamo bambine dentro! (io magari metto giu la birra, ok?)

    @ele: parole sante!

    @marilì: cioè... sulle fette biscottate... sei MI-TI-CA!! a presto!

    RispondiElimina
  5. Ciao... che simpatica l'idea del pane pizzato! Ho un po' di pane che se ne sta a guardarmi nostalgico dalla mensola di cucina. Sarà proprio un bel modo per usarlo! E poi che bello il suo essere per te un tale veicolo di ricordi, che lo rende perfetto per la mia raccolta. Grazie mille di aver aderito a Madeleines mon amour :D
    Un abbraccio e buona domenica

    Giulia

    RispondiElimina
  6. @giulia: grazie a te e alla prossima! :)

    RispondiElimina

che ne pensi?

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails