9 dicembre 2010

RISOTTO CON FUNGHI, SPECK E CIPOLLA ROSSA


Ecco il primo risotto nella casa nuova! Postato in differita e in trasferta in quanto i tecnici Fastweb si son dati alla macchia e quindi mi tocca girare con la chiavetta usb abusando di ogni rete/ufficio/casa che mi capita a tiro!

Ormai è un bel po' che sono latitante e "in vacanza" da internet, quindi faccio un breve riassunto degli ultimi avvenimenti:

Casetta pronta! Abbiamo ufficialmente traslocato e ormai mancano solo le cose importanti: internet e sky :D
Devo dire che la fase "trasloco" non è stata indolore, non tanto per la montagna di roba da portare, ma sopratutto per il distacco da mami e papi dopo una vita intera “da figlia” passata a casa con loro... :(
Fortunatamente facendo un sondaggio in ufficio ho scoperto che tutte sono andate via di casa in lacrime in un misto di gioia (per la nuova vita) e di tristezza, (per il distacco dal nido – Pascoli sarebbe orgoglioso di me!), e quindi mi son consolata.. evidentemente non sono io l'unica figlia piagnucolona!

Mercatini di Natale fatti! Quest'anno mon amour ha mollato allegramente il colpo, (dopo essersi sparato negli anni passati Bolzano, Bressanone e Levico), quindi quest'anno ci sono andata con la mia amichetta e abbiamo visto quelli di Rovereto (carini ma scarsini come quantità di bancarelle, meno male che nel super hotel ci siamo sparate un bel massaggio rilassante!) e quelli di Trento (che sorpresa! Non mi aspettavo tante bancarelle e tante cose carine!). Nessuna sorpresa come sempre sui prezzi, tutto abbastanza overpriced ma
l'atmosfera ti ripaga.. Abbiamo bevuto svariati vin brulè e bombardini, fatto incetta di tovaglie tirolesi, candele, prelibatezze BIO (crema di cipolle dorate per bruschette, marmellata di mele e zenzero, confettura di cipolle rosse per il bollito, ecc..), pretzel giganti, decorazioni natalizie varie e cosa più importante: ho assaggiato il mio PRIMO canederlo! Devo ammettere che li ho sempre sfuggiti perchè nella vita bisogna avere delle regole: polpette e brodo solo a casa tua! E poi non essendo un'amante dei formaggi ho sempre pensato (erroneamente) che fossero delle palle gommose di formaggio tritatissime e buttate a 'mo di galleggiante nel piatto, e invece nooo... li adooooroooo!!! Ma cosa mi son persa in tutti questi anni?? A Trento abbiamo trovato una bancarella con un signore simpaticissimo che ci ha praticamente adottate e che vendeva dei canederli stupendi artigianali e tutti bitorzoluti con dei pezzettoni di speck grandi così in bella vista! Quindi, messa da parte la regola della polpetta, mi son decisa e li ho assaggiati al burro (galleggianti non ce l'avrei mai fatta)... Mmmh, che bontà! Morale? Ne ho comprati 12 da portare a casa e non vedo l'ora di fare un canederlo party!

L'Artigiano in Fiera a Milano: ci sono andata il 6 mattina e devo dire che fino alle 15 la cosa è stata gestibile, poi.. delirio di gente! Bella anche quest'anno, (la sede nuova degli ultimi anni aiuta), ma anche qua quasi tutto overpriced (ma durante le fiere non dovrebbe costare tutto di meno?? mah..!), però qualcosina non ho resistito e l'ho comprata: fregola e malloreddus sardi, Mandorlino pugliese, qualche ciotola in ceramica tunisina e anche qualche regalino di Natale che ovviamente non possiamo ancora svelare!


Regali di Natale? Dire che sono in alto mare è dire poco.... ma per me è normale, mai stata una che al 7 di Dicembre aveva comprato tutti i regali, anzi! Di solito al 23 sono ancora lì che corro da una parte all'altra!

Ok, altri aggiornamenti importanti al momento non me ne vengono in mente, quindi gustatevi questo risotto dal profumo montanaro e godetevi l'atmosfere natalizia di questi giorni!

(Mentre vi scrivo ho il pollo speziato della Stefy che marina nel frigo.. quindi stay tuned!)


Ingredienti x 2 persone:
60 gr di speck a dadini
1/2 vaschetta di funghi orecchia (proteus?)
1 cipolla rossa media
riso
olio evo, sale














I funghi "orecchia" sono i miei preferiti! Fin da piccola la mami me li preparava con il risotto, con le patate, trifolati in padella e in mille altri modi, quindi un po' per questo, (un po' per il nome simpatico), li ho sempre adorati, anche di più dei sofisticati porcini!


Per questo risotto ho usato metà della classica vaschetta che si trova al supermercato, ma la dose è assolutamente soggettiva, si può aumentare la quantità senza problemi; tagliate con un coltello affilato la base eliminando i grumi di terra e sciacquateli bene, (non me lo sogno nemmeno io di mangiare i funghi senza lavarli!), strizzateli per eliminare l'eccesso d'acqua e tagliateli grossolanamente su un tagliere avendo cura di non farli troppo piccoli.

Pulite la cipolla e tagliatela a cubetti non troppo piccoli, fatela rosolare in padella con 3/4 cucchiai d'olio e nel frattempo tagliate lo speck a dadini, (io mi son fatta tagliare una fetta di speck intera alta circa 1 cm e ne ho usata metà), quando la cipolla si sarà ammorbidita aggiungete lo speck e lasciate insaporire per bene.

Dopo 2/3 minuti a fiamma media, aggiungete i funghi mescolando bene e lasciate rosolare per 4/5 minuti in modo che si ammorbidiscano e che rilascino un po’ della loro acqua, allo stesso tempo lo speck non si sarà seccato e sarà rimasto morbido, alzate la fiamma e aggiungete 2 tazzine da caffè di riso, mescolate e lasciate tostare per circa 1 minuto girandolo con un cucchiaio di legno.

Aggiungete una tazza di acqua bollente (o brodo preparato da voi), 1 cucchiaino raso di sale, mescolate e riportate il fuoco a fiamma media; lasciate cuocere mescolando ogni tanto e aggiungendo altra acqua bollente man mano che si asciuga e finchè il riso sarà cotto.

Lasciatelo riposare un minuto nel suo tegame e poi impiattate!

Secondo me in questo caso ci sta bene sia un bel bicchiere di vino bianco, (magari del trentino così richiamiamo lo speck), sia un buon rosso vivace tipo Bonarda, provatelo e fatemi sapere voi!

8 commenti:

  1. ben tornata!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!mi sei mancata!casina nuova??che bello! ma lo sai che anche io mi muovo??torno in italia..a bolzano!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!non mi risparie piu' !
    bacioo

    RispondiElimina
  2. Bentornata carissima, devo dire che ho sentito la tua mancanza, ma ho già letto tutto d'un fiato le news. Belle belle e sopratutto sono contenta per te, CASETTA NUOVA wowww... la ricettina è un amore ^_^

    Anch'io ho fatto un trasferimento, ma solo di blog.
    Il nuovo link è questo:
    diariodicucina

    Baci tesoro e a presto

    RispondiElimina
  3. Buonissimo questo risotto, fa venire davvero una fame!!!
    Auguri per la casa nuova :)
    Ciao!

    RispondiElimina
  4. Non vedo l'ora che arrivi il canederlo day....baci...e buona riorganizzazione vita nuova...casa nuova...

    RispondiElimina
  5. Ma che belli i mercatini!!! io quest'anno neanc'ora nulla! ma non mi sconforto! ...al massimo mi becco quello locale! :)
    cmq... sto risotto è strepitoso!!!

    RispondiElimina
  6. buonissimo questo risotto! Visto che hai accennato che i funghi la tua mamma te li presentava in tanti modi , mi puoi suggerire una ricetta per fare i funghi orecchia o i prataioli ? ( li faccio sempre trifolati...)
    grazie Pear

    RispondiElimina
  7. @daisy: ma ciaoooo!!!! che bello risentirti!! ma come torni in italia? mi molli londra cosi??? sarà per i canederli..... :D un bacione!

    @leti: grazie cara!! aggiorno subito il blog roll allora, baci!

    @meg: grazie mille! :)

    @elifla: anche io non vedo l'ora! :P

    @terry: mercatino appuntamento irrinunciabile! prova il risotto e fammi sapere!

    @pear: chiedi e ti sarà dato! a me piacciono da morire spadellati con le patate, gratinati al forno e ovviamente anche con la pasta e giusto un pelato... bacio!

    RispondiElimina
  8. Buonissimo questo risotto,invidiabile il giro ai mercatini...ottimi i canederli e auguri per la casa nuova!!!!!

    RispondiElimina

dimmi la tua!

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails