10 febbraio 2010

SGOMBRI SOTT'OLIO HOME MADE


Questa ricetta è di una semplicità banale, quasi imbarazzante, tanto che non sarebbe nemmeno da pubblicare... ma che ci posso fare? 
A me gli sgombri fatti in questa maniera piacciono troppo, sono morbidissimi come consistenza e molto saporiti come gusto, ma sopratutto a differenza del tonno riesco a digerirli! 
E poi volete mettere la soddisfazione di ricreare "home made" un prodotto da scatoletta con ingredienti VERI e sopratutto senza conservanti, oli non meglio identificati o altro?
Lo so che qualcuno sta già storcendo il naso all'idea di questo pesce cosi' poco conosciuto e quindi sottovalutato, ma vi sfido a provarlo; inoltre ricordiamoci che è un pesce azzurro, di conseguenza ricco di Omega3 che stimola le cellule del nostro organismo a combattere e prevenire molte malattie, in più quello che troviamo al banco del pesce spesso è pescato proprio nei mari di casa nostra, (quindi senza bisogno di fare strani giri del mondo durante il trasporto), costa poco e contiene ovviamente svariate vitamine, sali minerali, ecc... 
Non lo so se vi ho convinto... (anche perchè 'sta foto cosi' smorta e senza nemmeno un tocco di colore non rende giustizia al gusto dei poveri sgombretti, ma è stata una cosa improvvisata), intanto io la bruschetta che vedete qua sopra me la sono proprio sbaffata, quindi... fate vobis!


Ingredienti:
4 o 5 sgombretti freschi interi
dell'ottimo olio evo
sale
pepe in grani
1 foglia di alloro


Tagliate la pancia degli sgombri con una forbice, eviscerateli e sciacquate bene sotto l'acqua corrente.... oppure fatevi furbe e chiedete con un gran sorriso al vostro pescivendolo di farlo lui per voi ;)!
In una pentola adatta a contenerli tutti interi, mettete dell'acqua a bollire aromatizzandola con una manciata di pepe in grani e una foglia d'alloro; quando bolle aggiungete gli sgombri e fate cuocere per 5/6 minuti... e comunque si vede quando sono cotti; scolateli e lasciateli nel tegame a raffreddare.
Quando si saranno intiepiditi levategli la pelle, la lisca, le eventuali spine e disponete i filetti ottenuti in una terrina di vetro dai bordi alti; ogni volta che completate uno strato mettete abbondante olio fino a coprirli e un pizzico di sale, procedete cosi' fino a quando avrete messo tutti gli sgombri.
Assicuratevi che siano sempre completamente coperti d'olio, coprite la terrina con un coperchio e mettete in frigo. L'ideale sarebbe aspettare il giorno dopo per mangiarli, ma se proprio non ce la fate.. almeno aspettate qualche ora che si insaporiscano! 
Gli sgombri se correttamente conservati come indicato nella ricetta, si mantengono buonissimi per almeno una settimana. Consiglio di non farne comunque quantità industriali, perchè per quanto buonissimi, come tutte le cose a mangiarle troppo poi ci si stufa... e poi ci vuol talmente poco a rifarli!


Si possono mangiare in purezza, quindi scolando semplicemente un po' l'olio, si possono gustare su una bella bruschettina facendo abbrustolire un pochino le fette di pane, si possono sminuzzare grossolanamente i filetti e mangiarli dentro un'insalata di lattuga con crostini di pane e in molti altri modi ancora, anzi se avete suggerimenti da darmi.... 

2 commenti:

  1. sembrano proprio buoni!!!!
    io li voglio provare.....ehheheh!!!
    ciao Aleeeee!

    RispondiElimina
  2. grande matte! al prossimo giro allora assaggerai... :P

    RispondiElimina

che ne pensi?

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails