8 febbraio 2010

Risotto con gamberi, bucce di limone e zafferano... a modo mio




Tutto è cominciato da una ricetta che mi ronzava in testa da un po' di tempo e da una ciotola di gamberi che stamattina mi guardava ammicante dal frigo. 
La ricetta l'avevo vista sul foodblog della mitica BIAN e mi era piaciuta subito, questa cosa del profumo di limone nel risotto abbinato poi a dei crostacei ero sicura gia' in partenza che mi sarebbe piaciuta un sacco, quindi il pranzo di oggi è stato finalmente l'occasione giusta che stavo aspettando. 
Come però accade ogni volta che trovo una ricetta, anche stavolta ho apportato qualche modifica alla versione originale, che comunque potete trovare e consultare QUI ; trovo giusto che ognuno di noi metta un pizzico di sè stessa in ogni piatto, d'altronde si sa: degustibus... 
Per quanto riguarda la scelta del riso da utilizzare vale lo stesso discorso, so già che i "puristi" della buona cucina tra poco inorridiranno per quello che sto per scrivere, ma che 'vve devo 'di? A me il risotto piace con il riso parboiled perchè voglio che tutti i chicchi rimangano visibili e sodi nel piatto, uno dei motivi perchè non ordino MAI un risotto al ristorante, è proprio perchè me lo portano sempre con questi risi a chicco grande, gonfio e appiccicoso ai denti che io detesto... Quindi se proprio devo fare un'eccezione la faccio per il Carnaroli, (che mi cresce praticamente in casa), ma di altri risi non ne voglio sapere! (Tutto un altro discorso quello degli arancini ovviamente...) 
Ma bando alle ciance: ecco la mia versione di questo semplicissimo risotto:

Ingredienti x 2 persone:
10 gamberi (e non gamberetti!)
1 cipolla piccola
1 bustina di zafferano 
1 limone non trattato
olio evo, sale, 1/2 bicchiere di vino bianco
2 tazzine da caffè di riso (quello che preferite)

In un tegame antiaderente mettete un po' d'olio a scaldare, affettate finemente la cipolla e mettetela a rosolare dolcemente sul fuoco; nel frattempo pulite i gamberi avendo cura di togliere anche il filetto sulla schiena, e mettetene 4 da parte. Gli altri tagliateli a pezzettoni e quando la cipolla sarà bella morbida e appassita alzate la fiamma e buttateli tutti (quindi anche i 4 che avete lasciato interi) nel tegame facendoli rosolare per bene stando attenti a non far bruciare la cipolla. A questo punto togliete dal tegame i 4 gamberi interi (che ormai saran cotti) e metteteli in caldo da parte, aggiungete il riso e fatelo tostare; quando inizia a "cantare" (in pratica quando comincia a fare tic tac nella pentola), sfumate con il vino bianco (possibilmente lo stesso con il quale pasteggerete) e lasciate evaporare la parte alcolica. Ora, se fossimo state davvero precise, avremmo a disposizione anche un bel fumetto ottenuto bollendo leggermente le teste e il corpo dei gamberi in acqua con qualche odore, ma visto che io 'sta cosa la faccio 1 volta sì e 3 no e i risotti vengono buonissimi lo stesso, andrete ad aggiungere 1/2 bicchiere di acqua bollente (non di più!).  
Aggiungete un cucchiaino scarso di sale fino e mescolate per amalgamare il tutto; altra falsa credenza sul risotto è che va mescolato continuamente... sbagliato! Se utilizzate un ottimo tegame antiaderente, questo non è necessario anzi, il riso stando fermo nei suoi profumi e nel suo brodino, acquisterà un sapore ancora più intenso. State attenti a non farlo asciugare troppo aggiungendo 1/2 bicchiere di acqua bollente alla volta finchè il riso non sarà al dente. 
Ci siamo quasi: assaggiate di sale e aggiungete a questo punto lo zafferano sciolto in un goccio d'acqua calda e mescolate bene; dopo 1 minuto circa, grattuggiate direttamente sul risotto la scorza di un ottimo limone non trattato (meglio se IGP di Sorrento) stando attenti a non grattare la parte bianca che renderebbe il tutto amarognolo, e assaggiando di tanto in tanto per regolare la quantità a vostro gusto (io ho grattuggiato quella di un limone intero e il sapore è comunque risultato delicato e non fastidioso). Mantecate ancora un minuto e impiattate decorando ciascun piatto con 2 dei gamberi interi che avevate tenuto da parte.
Voilà: 20 minuti!

2 commenti:

  1. io ne ho provati 2, quest'ultimo e quello con lo zafferano e gamberetti. non so mica scegliere, sono da leccarsi i baffi!!! e se li sono leccati davvero tutti...

    RispondiElimina
  2. ciaoooo...l'ale suggerisce curry e non zafferano..bacio...la terona

    RispondiElimina

che ne pensi?

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails