16 febbraio 2010

FOCACCIA CON I POMODORINI


Questa focaccia mi accompagna fin da quando ero piccola: mia nonna ne ha sfornate a centinaia, e tutte le volte raccontandomi la storia di quando era ragazzina e preparava l'impasto e il tegame di questa focaccia a casa, per poi portarlo a cuocere al forno pubblico del paese nella sua adorata Trani... robe d'altri tempi!
Fortunatamente il gene della buona cucina è contagioso ed ereditario, cosi' questa passione si è trasferita come una cellula impazzita e prepotente da mia nonna a mia mamma, e da mia mamma a me... Di conseguenza a casa mia, è un continuo sfornare pizze e focacce!
Questa versione è la mia preferita, ma più avanti ve ne farò vedere (e virtualmente assaggiare) altre, come quella ripiena che mi è stata cucinata da una grande amica nel fornetto supersonico di una certa casetta in montagna...
Ma torniamo a questo grande classico del sabato sera da gustare con tanti amici venuti appositamente per sbaffare senza vergogna a 4 mani!

Ingredienti:
500gr farina manitoba
300gr acqua tiepida
1 cubetto di lievito di birra
2 cucchiai d'olio
1 cucchiaio raso di sale
1 pizzico di zucchero
pomodorini maturi
sale grosso
origano
olio evo

Prendete il solito scintillante robot da cucina e versate nella ciotola la farina con il sale in un angolo e lo zucchero in un altro, date un colpo con le lame in modo che si mischi il tutto; in un bicchiere mettete l'acqua tiepida e fate sciogliere il cubetto di lievito di birra, versate sulla farina, aggiungete l'olio e fate partire il robot a medio/bassa velocità per 2/3 minuti finchè diventa una bella palla omogenea.
Estraete l'impasto, lavoratelo 1 minutino a mano per dargli una forma liscia e fategli il classico taglio a croce; mettete in un sacchettino di plastica, (quello grande per congelere), fate un nodo in cima e mettete il tutto a lievitare per almeno un paio d'ore lontano da fonti di calore  dirette.
Una volta che l'impasto avrà raddoppiato il suo volume, accendete il forno a massima potenza e, in un tegame da pizza, versate dell'olio evo; stendete la pasta nel tegame rivoltandolo più volte su se stesso e tirando in tutte le direzioni finchè questo avrà occupato tutto lo spazio della teglia.
Tagliate a metà i pomodorini e distribuiteli in maniera uniforme sull'impasto premendo leggermente in modo che facciano una sorta di fossetta, condite con il sale grosso, abbondante origano e un giro di olio evo.

Infornate a 220/240° e cuocete finchè sarà dorata e il suo profumo non avrà inondato la vostra cucina, (circa 10/15 minuti), gustatela ancora calda con degli affettati freschi o meglio ancora.. da sola!

5 commenti:

  1. Che dire? La ricetta è alquanto invitante e poi il tuo blog racchiude le mie 2 grandi passioni! La cucina e i viaggi! :-)
    Se ti và vieni a sbirciare il mio blog...naturalemnte di CUCINA!
    http://farinalievitoefantasia.blogspot.com

    RispondiElimina
  2. ciao ramona, grazie per il tuo commento e complimenti anche a te x il tuo blog! (infatti l'ho già aggiunto al mio blogroll :D)
    torna a trovarmi!

    RispondiElimina
  3. ...potresti anche portarne una in ufficio e farla assaporare alle tue colleghe ....non l'hai mai portata hihihihihih
    mary

    RispondiElimina
  4. roSanna... hai ancora le briciole intorno alla bocca...!

    RispondiElimina
  5. Ciao, sono la tipa anonima che ti ha scritto un commento tempo fa per ringraziarti della fantastica ricetta della pizza margherita soffice :) beh volevo provare a fare anche questa focaccia con i pomodorini (amo la pizza) e volevo chiederti come mai l'impasto va messo in un sacchetto per congelare? Riesce a lievitare? Scusa ma sono proprio curiosa o forse imbranata :) Ciao e grazie ancora per le tue sfiziose ricette.
    Diana

    RispondiElimina

che ne pensi?

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails