22 febbraio 2010

CALIFORNIA DREAMING

"We've been on the run, Driving in the sun, Looking out for #1, California here we come, Right back where we started from..." cantava una canzone ormai famosissima..

La California è esattamente come ve la immaginate: bellissima, solare, estiva, colorata, musicale, goduriosa, fatta di città sconfinate e di piccole cittadine provinciali, è grande e piccola allo stesso tempo, ma una cosa è certa, è sempre un sogno viverla.
La prima volta che ho messo piede sul suolo californiano era il 2002, c'era appena stata la prima "commemorazione" dell'11 settembre ma nonostante tutto nell'aria si respirava tanta speranza e tanto patriottismo, bandiere a stelle e strisce appese fuori da ogni casa e da ogni negozio, la frase "we will never forget" appiccicata un po' ovunque, ma sopratutto nessunissima voglia di piangersi addosso.
Fu cosi' che anche questo viaggio, il primo vero LUNGO negli states, si trasformò in un viaggio indimenticabile, 3 settimane on the road tra spiagge, canyons, hamburghers e strade infinite.
Ma quello di cui sento la mancanza oggi, in una grigia e piovosa giornata di fine febbraio, è l'atmosfera rilassata dell'Orange County, dei tram sferraglianti di San Francisco, della caotica LA e della splendida San Diego, quindi inforchiamo virtualmente gli occhiali da sole, inseriamo la marcia e partiamo da Frisco in direzione Sud.

San Francisco è uno dei must see che ognuno di noi dovrebbe appuntarsi su un bloc notes, è fresca, giovane, rilassata ma per niente pigra, trascorrere qualche giorno passeggiando su e giù per le ripide strade di questa città partendo dal centro fino ad arrivare giù nella baia, è assolutamente imperdibile. Il Golden Gate ti fa da sfondo, la brezza marina e le tipiche nebbioline  ti tengono compagnia, la tua carta di credito viene strisciata senza sensi di colpa  in ogni negozio o grande magazzino che ti capita a tiro, e i tram (tutti ognuno  diversi dall'altro in quanto donati alla città da tutte le maggiori metropoli del mondo - anche Milano!), ci passano davanti senza sosta. Non lasciate questa città senza esservi regalati un bel cartoccio di fish & chips da mangiare seduti su una panchina davanti alla baia del Fisherman's Wharf oppure un bel blue crab gigante da spiluccare di fronte ad Alcatraz; se poi proprio volete godervi una tranquilla cenetta in un ristorantino, non perdetevi una delle specialità di questa città: il Cioppino. Non è altro che una zuppetta di pesce e crostacei molto saporita, anche se spesso troppo agliata, che per una volta vi darà un po' di tregua da hamburghers & co.

Imboccate la strada costiera e dirigetevi verso sud, una fermata tra i pescatori di Monterey e gli ex hippy di Carmel è d'obbligo, cosi' come una bella passeggiata sulla spiaggia, ma mi raccomando: fate in modo di non perdervi per nessun motivo al mondo il tramonto da Big Sur... magari ascoltando Road Tripping dei Red Hot seduti sul cofano della macchina con lo sguardo che si perde nell'orizzonte...
Per cena niente di meglio di un ristorantino messicano, magari nella piccola Santa Cruz, dove gustosissimi burritos e fajitas si trovano ad ogni angolo!
La mattina appena svegli tirate giù la capote della vostra Mustang Convertible e col vento tra i capelli dirigetevi ancora più a Sud, fino a raggiungere la bellissima Santa Barbara, qui montagne e oceano si guardano negli occhi e questa particolarità regala alla città un clima fantastico durante tutto l'arco dell'anno.

Per colazione scegliete uno dei 2 ristorantini sul Pier e gustatevi un generoso buttermilk pancake  con frutta e sciroppo d'acero accompagnato da una sana spremuta d'arancia freschissima, e dopo esservi fatti una passeggiata tra le ville e i negozi spesso costruiti in stile spagnoleggiante, riprendete la marcia verso le spiagge di Santa Monica e Malibù. Eleganti e easy allo stesso tempo, ville pazzesche aggrappate alle pareti delle colline che circondano tutta l'aerea e la megalopoli che è Los Angeles, ragazzi che sfrecciano sui roller e tavole da surf appoggiate di fianco alla porta di casa, una volta arrivati qui il deja vu è d'obbligo: siamo dentro ad uno dei 1000 film qualsiasi che vi stanno venendo in mente in questo momento.

Quindi, tra una stella della walk of fame e l'altra, dopo aver scattato una foto alla scritta Hollywood, (che non è nient'altro che un riadattamento di una insegna precedente messa lì da una società immobiliare parecchi anni fa), dopo esservi sbaffati un fatburger (o anche qualcosa di più salutare!) sulla Promenade di Santa Monica, dirigetevi a Venice Beach per godervi anche oggi un tramonto spettacolare seduti sulla spiaggia davanti all'oceano.
Un'altra giornata magnifica vi aspetta, rimettetevi in moto e fate rotta verso la  cosidetta Orange County: non perdetevi Redondo Beach e il suo pier spesso avvolto in una fitta nebbia mattutina, Newport Beach e, naturalmente, la mia adorata Laguna Beach... sappiate che se un domani beccassi un gratta & vinci di quelli giusti.. tempo zero e mi trasferisco al volo!

San Diego vi aspetta, quindi lasciatevi questa zona della costa alle spalle, fate partire il cd degli Eagles dalle note di Hotel California e dirigetevi verso la fine di questo viaggio "virtuale", il confine con il Messico è davvero dietro l'angolo e infatti le "contaminazioni" messicane si avvertono sempre di più.. dai ristoranti agli accenti delle persone con cui parlerete, ma San Diego non ha nulla a che vedere con la triste e turistica Tijuana, quindi godetevi una passeggiata sulla penisola di El Coronado ripensando a Marylin Monroe in "A qualcuno piace caldo", pranzate in uno dei ristorantini gustandovi una bella grigliata di pesce, fate un salto nella fancy La Jolla per ammirare le onde, (e i surfisti!), e la sera fatevi un giro nel Gaslamp District dove, circondati dai tipici lampioni a gas che caratterizzano e danno il nome a questo quartiere, avrete solo l'imbarazzo della scelta su quale locale scegliere per passare le ultime notti californiane!


Insomma: enjoy your trip!

"Say what you say
But give me that bomb beat from Dre
Let me serenade the streets of L.A.
From Oakland to Sacktown
The Bay Area and back down
Cali is where they put they mack down
Give me love!"
2Pac, California Love

3 commenti:

  1. Mi è piaciuta molto la tua descrizione della California! Ho un bellissimo ricordo di quei luoghi, in particolare del Big Sur, che anch'io ho percorso ascoltando Road Trippin'!
    Questa canzone descrive perfettamente le sensazioni che si provano su quelle strade.

    RispondiElimina
  2. assolutamente perfetta!

    In Big Sur we take some time to linger on,
    We three hunky dories got our snakefinger on,
    Now let us drink the stars,
    It's time to steal away,
    Let's go get lost,
    Right here in the U.S.A...

    RispondiElimina
  3. fai venire voglia di partire all'istante....alba

    RispondiElimina

che ne pensi?

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails